0

Info info@puntoqui.it - 0871 893519

Notice (8): Undefined index: HTTP_REFERER [ROOT/plugins/WwwPuntoquiCom/src/Template/Pages/news.ctp, line 15]">
Ricette

Cordoni di frate aglio, olio e mollica

cover-cordonidifrate.jpg
  • calorie.svg Calorie per porzione 360 cal (100 g)
  • costo.svg Costo Basso
  • difficolta.svg Difficoltà Facile
  • dosi.svg Dosi per 3 persone
  • clock.svg Tempo 20 minuti

Ingredienti

  • 1 confezione di Cordoni di Frate La Mugnaia
  • 200g olio e.v.o.
  • 10 spicchi germogli di aglio
  • 2 cucchiai peperoncino trito dolce
  • 200g pane grattugiato
  • 200g prezzemolo trito
  • qb peperoncino trito piccante

Preparazione del piatto

La ricetta di oggi è realizzata con un formato di pasta tipicamente abruzzese: i cordoni di frate. Impastati quasi completamente senza uova, sono digeribili e veloci da preparare. La lavorazione manuale, realizzata con la farina semi-integrale come materia prima, li rende ottimi con qualsiasi ricetta. Oggi li prepareremo con un condimento leggero, ma pieno di gusto!

In una pentola tostate a fuoco lento il pane con l’olio e.v.o. aggiungendo un trito di prezzemolo e un po’ di sale.

Dorare l’olio e.v.o. e l’aglio a fuoco lento, a doratura avvenuta aggiungere il peperoncino e due mestoli di acqua
di cottura, meglio se è possibile utilizzare brodo vegetale.

Lessare la pasta in acqua salata per 3 minuti circa, scolarla, saltarla nella salsa preparata in precedenza.

Servite la pasta non troppo asciutta aggiungendo uno o due cucchiai di mollica (precedentemente preparata) per
ogni razione.
 

Ricetta di Concettina Mastrovito - Pastificio La Mugnaia di Elice

Un classico della cucina italiana

La versione con la mollica di pane è una delle numerose varianti della ricetta classica di pasta, aglio, olio e peperoncino. Di origini campane, si è diffusa in tutto il Paese, con prevalenza nel centro sud, dove gli ingredienti primari sono ampiamente disponibili e utilizzati. Nel ricettario tradizionale napoletano trova un posto d’onore la ricetta dei vermicelli alla Borbonica, il cui nome è legato all'invenzione della forchetta a 3 denti. Gennaro Spadaccini, ciambellano della corte di Ferdinando IV di Borbone, la inventò su espressa richiesta del re, per avvolgere i vermicelli aglio e olio oppure al pomodoro, particolarmente diffusi a Napoli.

Mugnaia Di Elice PASTA FRESCA  CORDONI DI FRATE ELICE 500Gr